reportSPINNING

Spinning inshore prima battuta

Si riparte! La stagione entra nel vivo e l’utilizzo di attrezzature da spinning medio, per il momento volevo rimettere in pista la NRX 843, riparte alla grande. Prima battuta a spinning medio inshore e prime belle botte in canna un po’ di sfortuna e tanto mare, report e video diviso in due parti, andiamo con la prima!

Partiamo dalle condizioni meteo/marine

Ogni pescatore sa che prima di programmare qualsiasi battuta di pesca è fondamentale guardare le previsioni, se possibile osservarle da vicino, ho questa fortuna, posso seguire l’andamento delle condizioni per poi decidere cosa fare, aiutandomi anche con le app meteo, io in particolare utilizzo questa, eccezionale! >>> Le condizioni meteo per la pesca, Mare e vento con WINDFINDER!.

Bene, l’andamento e le previsioni del meteo mi dicevano, scirocco! In base a questa prima indicazione, la seconda era l’intensità, ho scelto lo spot, che vedremo nel video e che descriverò fra poco, le condizioni meteo effettivamente erano giuste, ma aspettavo un pò meno vento, che poi sarebbe calato, prima invece è calato, ma dopo!

Lo spot prescelto per la prima battuta di spinning inshore della stagione

Lo spot prescelto è uno spiaggione molto ampio e lungo, battuto dai venti di scirocco specialmente nella stagione autunnale, e sul finire di quella estiva, vento che fa arricciare il mare, ma non troppo, creando quelle condizioni ideali alla presenza di predatori nella risacca e nelle sue immediate vicinanze.

Siccome sapevo che non sarebbe stato facile pescare troppo leggero, anche in base a quello che era l’andamento, ho scelto la mia attrezzatura e le esche da utilizzare, che andremo a vedere fra poco ve ne consiglierò alcune per questo specifico utilizzo, pensando di dover lanciare contro vento o a taglio di vento e così è stato, ormai conosco bene questo spot in queste condizioni.

Ho volutamente evitato spot dove c’era presenza di tunnidi, (di questo periodo non è difficile incontrarli, vedrete prossimamente che è così!!!) per provare la cattura di altre specie, serra in particolare e leccie amia anche caranghi presenti in questo spot!

Articoli correlati

L’attrezzatura e le esche prescelte!

come attrezzatura ho scelto la G-LOOMIS NRX 843, abbinando a questa canna la borsa da spinning medio, scegliendo esche più leggere ma abbastanza pesanti e performanti da essere utilizzate con il vento e nella corrente. Il mulinello è il classico ormai abbinato ovvero il twin power 4000 HG della shimano, vi lascio il link al close-up della canna ed il video del mulinello qui sotto:

Per quanto riguarda le esche ho necessariamente, visto il vento e la corrente, scelto qualcosa che si potesse lanciare abbastanza semplicemente e che si potesse altrettanto facilmente controllare una volta in mare.

Inizialmente ho utilizzato una nuova esca, che non ho ancora descritto ma che presto troverete nei “provati per voi” il lurenzo espetit (Heavy 8 cm – 32 g), vi lascio un link nel caso vi servisse esca compatta, ma bella pesante ben 32 grammi, un jerk che si lancia e manovra abbastanza facilmente, si lancia lontanissimo!

Il jerk inizialmente non ha avuto successo e cos’ mi sono rivolto alle gomme, i miei amati black minnow, che come al solito non hanno deluso, ho utilizzato per l’occasione un black minnow misura 2 da 90mm con testina extra deep da 60 grammi, diversi attacchi come vedrete dal video ed una cernia immediatamente catturata!

Ho provato anche con diversi jerk, fra i quali il duo tide 125 SLD-S pink sardine, lo trovate qui>>> DUO TIDE MINNOW 125 SLD-S provato per voi! ed il silent assassin 125 della shimano, per il quale ancora non ho fatto un provati per voi, ma che dovrò necessariamente fare visto che cattura tanto e si lancia benissimo!

La borsa per contenerle è la rapala sling bag slim, che trovate in questo articolo >>> RAPALA BORSA TRACOLLA SPINNING SLING BAG non contento ho creato anche un articolo ed un video dove modifico le cassettine interne per far entrare gli artificiali più grandi e lo trovate qui>>> Borsa Sling bag rapala spinning

Bene a grandi linee questi sono stati gli attrezzi che ho utilizzato nella battuta, per il resto fatevi un giro anche sulle mini guide di spinning startup:

I segnali arrivano, ma non mordono subito!

tutto ad un tratto arrivano i segnali che stavo aspettando! Due bei serra iniziano a cacciare nella risacca creata dalle onde di scirocco vicino riva, si fanno vedere molto bene, li vedrete anche nella parte finale del video, secondo voi li catturo nella seconda parte? scrivetelo nei commenti!

La chiave di tutto, la perseveranza!

L’articolo, così come il video viene diviso in due parti, quindi troverete il resto di questo report gioved’ insieme al resto del video, la sua seconda parte, per il momento posso dirvi, come già fatto, che gli attrezzi servono, ma serve tanta pazienza, preparazione e perseveranza, vedrete infatti come nella seconda parte del video e di questo articolo otterrò risultati, anche non scontati, con un pò di amaro in bocca, ma tanto divertimento! Alla prossima, ora gustatevi il video!

SPINNING INSHORE PRIMA BATTUTA DELLA STAGIONE! tanti attacchi un bel mare e tanti artificiali!

Seconda parte, spinning inshore prima della stagione!

Ed eccoci nella seconda parte dell’articolo e quindi anche del video, eravamo rimasti al punto dove i serra inscenavano una caccia frenetica vicinissimo riva, ripartendo da qui vediamo com’è andato il resto della battuta, come fatto nella prima parte analizzando esche e condizioni meteo/marine che cambiano.

Nel frattempo, arriva anche un mio amico pescatore, sentirete molti più termini in Calabrese, che parteciperà a buona parte del video, insieme cercheremo di fare fessi alcuni pesci in mangianza ed utilizzeremo le tecniche di recupero che secondo noi avrebbero funzionato, vediamo com’è andata!

Seconda parte, cala il vento!

Nella seconda parte del video vi accorgerete che il vento cala drasticamente (il rumore è finalmente sopportabile) dopo un po’, diminuisce quindi anche l’intensità delle onde e della risacca, dopo aver provato con un jerk specifico per pescare proprio nel basso fondale lo SHIMANO EXSENCE SHALLOW ASSASSIN 99F FLASH BOOST, rimonto il mio black minnow misura 2 da 90mm, che regala altre emozioni!

Con il dominuire delle onde riesco a fare bene il recupero twitching che da bei risultati in termini di attacchi, purtroppo mancheranno le catture, tranne una piccola cernia che come la prima del primo video, salva il cappotto, la maggior parte delle allamate purtroppo si sono trasformate in clamorose slamate.

una pescata sfortunata, o no?

Alla fine del video vedrete scorrere tutti gli artificiali utilizzati, non sono tanti, ne ho utilizzato in realtà molti di più ed ho fatto una selezione di quelli che mi sono serviti per impostare la battuta, la pescata la definisco sfortunata perchè sarebbe potuta diventare grazie ai numerosi strike una delle prime battute a spinning medio più ricca di catture dell’anno!

Non è andata così, ma non ci si può lamentare, le emozioni sono state tante, la sfortuna come dico spesso non esiste, ma esistono altri fattori, primo fra tutti il mancato accorgimento dell’assist sul black minnow, che descrivo in questo articolo >>> MONTAGGIO ASSIST HOOK sul BLACK MINNOW 70 e 90 e che avrebbe potuto generare qualche cattur in più (come successo dal kayak, ma questa è una storia diversa!).

Aggiungo come mancato accorgimento l’utilizzo di una gomma spiombata per insidiare i serra, che manca nel corredo delle esche da spinning medio e che devo assolutamente aggiungere per queste situazioni, dove un’esca che fluttua in pochi centimetri d’acqua è sicuramente meglio di una che per essere animata a dovere deve avere molti centimetri d’acqua sotto e davanti a se!

In conclusione

Buona la prima, direbbe un bravo regista, ma io non lo sono quindi dico, quasi buona! Il riscontro di visualizzazioni sul primo video però mi dice che apprezzate il tipo contenuto, quindi una descrizione parlata della battuta e di quello che uso e faccio, capisco che è molto più semplice anche seguire le varie fasi e si entra in simbiosi con le azioni tecniche!

Bene cercherò di farne molti di più video di questo tipo, ecco quindi il secondo appuntamento, buona visione, commentate, condividete e mettete i like qui ed anche al video, mi farebbe un enorme piacere, alla prossima!

Attrezzi ed esche utilizzate.

ATTREZZATURE UTILIZZATE IN QUESTA BATTUTA.

Esche aritificiali

Non mi resta che lasciarvi come al solito i link ai miei social ed il video dove questo racconto lo potrete vivere con i vostri occhi, spero vi piaccia, se così fosse vi invito a mettere un like ed iscrivervi al canale YouTube ClipAnger, seguitemi su Facebook, instagram, twitter e pinterest, li aggiorno quotidianamente. Vi informo che ho anche aperto la sezione commenti, per gli articoli, quindi potrete dire la vostra anche qui, sotto questo articolo. Mentre per ricevere le notifiche su nuovi articoli, tutorial, report e progetti di questo blog, vi basterà iscrivervi alla newsletter!

“Alcuni link utilizzati sono link di affiliazione. Acquistando tramite i link potrei ricevere una commissione sulla vendita. Questo non influisce sul prezzo del prodotto che acquisti.”

Una pescata sfortunata! SPINNING INSHORE PRIMA BATTUTA DELLA STAGIONE – seconda parte

Articoli correlati

Back to top button