fbpx
reportSPINNING

IL RITORNO DEL SATANASSO!

Era da un pò che non mi usciva un così sincero SATANASSO, è ritornato in occasione di una slamata epica, come potevo non rievocarlo! Vediamo com’è andata questa battuta a spinning!

L’appuntamento è pomeridiano, dopo una bellissima mattinata a spinning che già vi ho raccontato in questo post del blog, il pomeriggio con ancora un bel mare decido di riprovare, visto la presenza mattutina, non mi sbagliavo!

Il mare si presenta ancora ottimo, anzi, dopo un pò di esitazione iniziale, inizia ad alzarsi un vento discreto che provoca una piccola montante, sono convinto che ci possano essere i serra, infatti inizio con un needle, il NARAK 230 F, ma desisto causa aumento del vento.

Si cambia artificiale, silent assassin!

Vista la difficoltà a continuare a galla, decido di montare il mio fidatissimo SILENT ASSASSIN 129, uno dei miei JERK preferiti ormai, che non deve mai mancare nella mia sling bag!

Inizio con una jerkata, secondo il mio stile, adatta a ricercare il pesce serra, che però dopo qualche tentativo non arriva, bisogna fare qualcosa, ma siccome mi trovo troppo bene in quelle condizioni con il silent, decido solo di cambiare jerkata.

Si cambia JERKATA, si movimenta la situazione!

Ebbene si, invece di provare un artificiale diverso, penso di poter ottenere risultati semplicemente cambiando la JERKATA, infatti passo da una più frenetica ad una più lenta e ricca, anzi ricchissima di STOP&GO.

Diciamo che la pensata non è male, infatti si inizia subito ad avere qualche segnale, anzi qualche SBAAAM!

Il primo barracuda rimane allamato dopo un lungo stop alla ripartenza, ormai un classico, bella botta pesce in canna e recupero senza troppe indecisioni, pesce in secca, che decido di trattenere, ogni tanto ci vuole.

Cambiare è servito

Come vedrete nel video non sempre è utile cambiare artificiale, ma basta dargli un movimento diverso e se fino a qualche lancio prima sembrava non funzionare, tutto ad un tratto si iniziano ad ottenere risultati.

Non solo risultati del tutto positivi, infatti durante la battuta succederanno anche diversi momenti “comici” Niente di particolare, ricercateli nel video qui in basso.

IL RITORNO DEL SATANASSO!

I segnali continuano ad arrivare, ma come detto a volte non sono sempre positivi al massimo, all’ennesima botta in canna infatti, con quello che sembrava un bel barracuda, invece, fa il suo ritorno il SATANASSO!

Su una botta in canna epica mi ritrovo senza pesce in canna in meno di un secondo, nemmeno il tempo di ferrare (cosa che già di mio sbaglio spesso), quindi, anziché il secondo pesce in secca, arriva, anzi ritorna il mitologico epiteto che riservo ai momenti peggiori (o migliori dipende dai punti di vista).

Mai demordere, anzi consiglio di perseverare

Come dico spesso il miglior attrezzo che possiamo portarci dietro è la perseveranza, si tratta di un attrezzo che non troviamo in vendita nei negozi e che solo l’esperienza può darci, serve, vi assicuro che serve tantissimo, se fosse possibile mi abbonerei al distributore…

Ma non è possibile farlo, quindi dobbiamo essere noi ad auto costruirci questo indispensabile attrezzo, l’ho forgiato negli anni, ho imparato che non va mai lasciato a casa, fatelo anche voi e tutto migliorerà.

Perseveranza e secondo barra

Infatti, dopo la slamata epica arriva un’altro strike, sempre con il recupero che avevo deciso di adottare, sempre con il silent assassin, sempre un BARRACUDA!

Non c’è voluto molto, anche se dal video sembra che sia arrivato subito, ho dovuto insistere un bel pò per arrivare alla secondo cattura, e prima di questa c’erano state altre micro tocche probabilmente sempre dei “timidi” barracuda.

La cattura non è eccezionale, si tratta infatti di un barracuda più piccolo del primo, che purtroppo rimane gravemente ferito e che quindi decido di trattenere insieme al primo, non lo dico spesso per non incentivare il mancato rilascio, ma se cucinati bene i barra sono davvero ottimi (voi fate come me rilasciatene parecchi e poi ogni tanto trattanete qualcuno, mi raccomando!).

In conclusione

Lo spinning è uno sport, anche questo dico spesso, necessita di molta preparazione se si vogliono ottenere buoni risultati, la fortuna da sola per essere costanti non basta, può servire una o due volte, poi non sarà più così.

Quindi il mio consiglio è di dotarvi di attrezzature adatte se avete voglia di sfidare il mare (i vostri nervi) e capire se la vostra passione può spingervi a ricercare i predatori, se vi serve una mano date uno sguardo alla mini guida per iniziare a spinning, vi lascio i link qui sotto insieme a quelli del video, alla prossima!

Attrezzatura utilizzata

Artificiale che ha catturato

Prede

  • BARRACUDA MEDITERRANEO

SPINNING STARTUP!

SPINNING STARTUP – prima parte – la comboSPINNING STARTUP – seconda parte – artificiali e recupero, spot e condizioni, sicurezza e rispetto.

Non mi resta che lasciarvi come al solito i link ai miei social ed il video dove questo racconto lo potrete vivere con i vostri occhi, spero vi piaccia, se così fosse vi invito a mettere un like ed iscrivervi al canale YouTube ClipAnger, seguitemi su Facebook, instagram, twitter e pinterest, li aggiorno quotidianamente. Vi informo che ho anche aperto la sezione commenti, per gli articoli, quindi potrete dire la vostra anche qui, sotto questo articolo. Mentre per ricevere le notifiche su nuovi articoli, tutorial, report e progetti di questo blog, vi basterà iscrivervi alla newsletter!

IL RITORNO DEL SATANASSO! Spinning inshore, CATTURE LIVE STRIKE semplicemente cambiando JERKATA!
Watch this video on YouTube.

Articoli correlati

0 0 votes
Vota questo articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Controlla anche
Close
Back to top button