fbpx
EGINGreport

Cerco calamari catturo seppie e polpi!

Da qualche tempo a questa parte sto ricercando insistentemente i calamari! La cattura di questo cefalopode mi affascina, ma non ho ancora ottenuto risultati, in compenso continuano le catture di seppie e… polpi!

Questa battuta di eging da riva è stata caratterizzata da un inizio (che vi ho evitato nel video) abbastanza difficoltoso, infatti non ci aspettavamo una corrente sottomarina così forte.

Corrente talmente che forte che per restare in pesca, inizialmente, sono stato costretto ad utilizzare gli appositi piombi per gli EGI.

Leggi anche: Eging – una seppia difficile! mare agitato di scirocco.

Ero anche intenzionato a ricercare i calamari, preda che ancora manca nel mio score, ma che spero quest’anno (se almeno si potrà ritornare a pesca dopo questo periodo) di riuscire a portare a riva.

Alla ricerca di calamari!

Per ricercare calamari mi sono attrezzato con le migliori EGI e le migliori attrezzature non lasciando niente al caso, ma si sa, non dipende (solo) dall’attrezzatura, ma da numerosi fattori e comportamenti dell’angler.

Una cosa che sto cercando di imparare a fare è un recupero più adatto alla cattura dei calamari.

Un recupero che ancora goffamente tento di abbozzare e che vedrete nel video, spero che l’acquisizione di questa “skill” mi permetta entro quest’anno di arrivare alla tanto ricercata preda.

Questo recupero, che prevede di rimanere in contatto con la EGI mentre questa è in sospensione, si può utilizzare con la presenza di fondali abbastanza alti, infatti si dovranno fare le classiche jerkate, aspettare che l’EGI scenda sul fondo, oppure richiamarla ancora prima che ci arrivi, necessariamente, quindi, avremo bisogno di un buon fondale.

Qui entra in gioco anche l’attrezzatura, una canna da eging progettata per questa tecnica sarà sicuramente da preferire ad attrezzi non pensati per praticare eging.

Leggi anche: eging da riva

La sensibilità quando si iniziano ad utilizzare in maniera specifica gli artificiali diventa fondamentale, ci ho messo del tempo a capirlo, ma forse sono sulla strada giusta, ma c’è un ma, manca ancora la cattura per darmi ragione.

Seppie, mentre cerco calamari

Sono alla seconda cattura, quest’anno, di una seppia mentre jerko le EGI alla ricerca di calamari.

Praticamente l’illusione di aver agganciato un calamaro sulla jerkata l’ho avuta, anche perché sia la prima seppia ( che ha disteso tutti i tentacoli per portare a termine l’attacco al volo) ha accennato anche una difesa, insomma un minimo di combattimento.

seppia arrabbiata con i tentacoli distesi ha attaccato sulla jerkata
seppia arrabbiata con i tentacoli distesi ha attaccato sulla jerkata

Anche la seconda sembrava l’attacco di un calamaro, non ne ho mai presi quindi mi rifaccio al racconto dei miei amici e la sensazione sembra essere la stessa, botta secca sulla jerkata ed accenno di difesa.

seppia catturata con egi oh yamashita
seppia catturata con egi oh yamashita, al volo

Insomma, una cosa mi è chiara, posso tranquillamente ricercare calamari, sperando anche nella cattura di belle seppie arrabbiate! Ottimo.

E polpi, ma sul recupero classico

L’eging quest’anno mi sta dando belle soddisfazioni, anche se non ho preso ancora il mio primo calamaro, seppie ed anche polpi non stanno mancando.

Anche in questa battuta, che potrete vedere nel video alla fine dell’articolo, sono venuti ad appoggiarsi sulla mia EGI (e su quelle dei miei amici) i placidi e “inamovibili” polpi.

Nel video vedrete una simpatica scenetta, dove un micro polpo che era agganciato ad un masso, una volta staccato praticamente vola fuori dall’acqua, micidiale!

I polpi naturalmente sono stati catturati con il classico recupero “strisciato” sul fondo, ma ultimamente sembrano attaccare anche loro al volo, sui jerk!

Guarda il video: INCREDIBILE! Un polpo a spinning con il LONG JERK!
polpo catturato a spinning con il long jerk
polpo catturato a spinning con il long jerk

Polpo a spinning a parte e credo unico! Durante la battuta di questo report ho catturato un bel polpo, caduto sotto la stessa EGI che aveva catturato la seppia.

Questo simpaticone aveva deciso di rimanere ben ancorato sul fondo, dove di sicuro aveva trovato qualche buona pietra alla quale attaccarsi!

Ma per mia fortuna sono riuscito ad avere un minimo di sange freddo ed applicare una semplice regola: “se il polpo non ha vicino una tana, tenterà di scappare per arrivarci” Quindi abbiamo ancora possibilità di tirarlo fuori.

Infatti così è stato, ho atteso che si spostasse ed ho tirato con forza ed a canna alta, nella stragrande maggioranza dei casi questa tattica funziona, come in questo caso.

Polpo catturato con EGI OH di YAMASHITA

La EGI Protagonista di questo report

Bene ora è arrivato il momento di svelarvi, casomai non si fosse ancora capito, con quale egi ho ottenuto i risultati di questa battuta di EGING.

SI tratta della YAMASHITA Egi-oh Live 3.5 Color 042 21gr, questa esca oltre ad essere molto ben bilanciata, ha la caratteristica di essere completamente GLOW!

YAMASHITA Egi-oh Live 3.5 Color 042 21gr

Quando viene illuminata con la lampada UV diventa una specie di torcia! Lanciandola nel buoio sembra una mini stella cadente, stupenda, tranne il nomignolo che gli ho appioppato LAMPASCJONE (Vi ricorderete di quella soprannominata tiger man!!!)

YAMASHITA Egi-oh Live 3.5 Color 042 21gr dopo averla illuminata con lampada UV
YAMASHITA Egi-oh Live 3.5 Color 042 21gr dopo averla illuminata con lampada UV

Ma la cosa più bella è che appena inizia a fare buoi, dandogli un pò di luce UV, diventa una specie di calamita, seppie e polpi (spero in futuro anche calamari) che sembrano non resistergli!

“Alcuni link utilizzati sono link di affiliazione. Acquistando tramite i link potrei ricevere una commissione sulla vendita. Questo non influisce sul prezzo del prodotto che acquisti.”

In conclusione

Come di consueto, fra poco, potrete vedere l’azione reale di questo racconto scritto, qui sotto vi lascio il video di questa battuta di eging, sperando di poter tornare presto a pescare in totale relax praticando questa tecnica.

In cambio vi chiedo, come sempre, di fare solo un piccolo sforzo iscrivendovi al mio canale youtube, se ne sentite l’esigenza anche alla newsletter di questo blog che ho da poco messo in funzione, giusto per rimanere aggiornati.

[newsletter_form type=“minimal”]

Attraverso questo strumento, oltre ad inviarvi settimanalmente gli aggiornamenti relativi a questo blog (e solo quelli!!!) e di riflesso al canale youtube, molto presto potrete ottenere i link a delle risorse che sto piano piano preparando e che verranno messe a disposizione attraverso la semplice iscrizione alla newsletter di clipangler.

Bene questo ve lo volevo dire, fra non molto vi aggiornerò anche sugli sviluppi, spero di avere abbastanza tempo!

Non mi resta che lasciarvi come al solito i link ai miei social ed il video dove questo racconto lo potrete vivere con i vostri occhi, spero vi piaccia, se così fosse vi invito a mettere un like ed iscrivervi al canale YouTube ClipAnger, seguitemi su Facebook, instagram, twitter e pinterest, li aggiorno quotidianamente. Vi informo che ho anche aperto la sezione commenti, per gli articoli, quindi potrete dire la vostra anche qui, sotto questo articolo. Mentre per ricevere le notifiche su nuovi articoli, tutorial, report e progetti di questo blog, vi basterà iscrivervi alla newsletter!

EGING da riva con POLPO VOLANTE e SEPPIA al VOLO - clipanlger
Watch this video on YouTube.
EGING da riva con POLPO VOLANTE e SEPPIA al VOLO

Articoli correlati

0 0 vote
Vota questo articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Back to top button