fbpx
EGING

LA SEPPIA DI PLASTICA! – Battuta ad EGING DIFFICILISSIMA!

Sento spesso dire che la pesca ad eging è una cosa facile da fare, le seppie se ci sono mangiano, non sono assolutamente dello stesso avviso!

Come vedrete da questo video arrivare alla cattura non è stato per niente semplice, solo dopo svariate prove e “falsi allarmi” sono riuscito a SCAPPOTTARE!

Bene andiamo a vedere quali accorgimenti ho utilizzato e cosa è successo durante questa battuta di eging, prima che arrivasse la super perturbazione BURIAN!!! – A proposito per prevedere le perturbazioni ed i loro effetti leggete anche questo articolo: Le condizioni meteo per la pesca, Mare e vento con WINDFINDER!

Le condizioni meteo marine, appunto!

Mare piatto, acqua cristallina e… cielo terso.

Quando abbiamo queste condizioni, invece dello spinning medio inshore, preferisco dedicarmi ad altre tecniche, una di queste è appunto l’eging.

Due delle condizioni descritte sono spesso favorevoli, ma una lo è molto meno, il sole che risplende, almeno per la mia poca esperienza.

Ma valeva la pena provare, quindi mi sono portato dietro la mia attrezzatura da eging, le mie egi preferite i piombi e tanta speranza.

Attrezzatura da eging specifica, aiuta?

Io ho solo due canne da eging, una seppia 2.50 m, di Renzo Valdieri e la mia super daiwa emeraldas 86M AGS, mi sto rendendo conto però che a seconda delle condizioni, questo attrezzo, seppur superbo, non è sempre il top, mi spiego.

Come avrete notato, spesso utilizzo attrezzi dedicati al light ed ultra light spinning per pescare misto, anche ad eging, – ne parlo in questo articolo: ULTRA LIGHT EGING ULE – questo mi ha fatto capire che in determinate situazioni bosignerebbe alleggerire l’attrezzatura specifica da eging.

Nei casi di mare piatto ed acqua cristallina con sole alto, ho spesso ottenuto risultati migliori di quelli che andrò a descrivere, a mio modo di vederela cosa, perchè utilizzando egi piccole e piccolissime ed avendo una extra sensibilità, riuscivo ad interpretare meglio la battuta.

Quindi, anche per l’eging, secondo me, quando è necessario bisognerebbe dotarsi di attrezzi sensibili ed utili a gestire pesi inferiori delle esche con maggiore sensibilità, ormai ne sono convinto, e presto aggiornerò l’attrezzatura alleggerendo!

La battua ad eging, iniziamo e ruotiamo le egi.

Nel video descrivo abbastanza dettagliatamente cosa vado a fare e perché scelgo alcuni colori, a proposito di colori, già ve lo avevo detto e lo dico anche nel video, sembra che le seppie non vedano i colori come noi umani, ma distinguano la scala di grigi molto bene.

Questa consapevolezza dovrebbe indirizzarci a scegliere dei colori basandoci su una “regola” creare un forte contrasto, quindi, con sole alto ed acqua trasparente per contrastare bene con un fondale prevalentemente sabbioso, potremmo optare per colori che contrastino con il fondale.

Stessa identica cosa cercheremo di fare se abbiamo fondali misti con diverse granulometrie, o ricchi di vegetazione e quindi di colore tendente al verde magari.

Le regole non esistono, ma a volte alcuni accorgimenti funzionano, il consiglio che mi sento di darvi è andare su una scala colori che dia contrasto, magari variando ogni due o tre lanci esca spostandosi di posizione, anche solo lanciare prima a destra poi al centro e poi a sinistra.

La rotazione delle EGI inizia a funzionare!

Far ruotare le esche intercettando il colore preferito in quello spot a date condizioni potrebbe sembrare snervante, ma i risultati iniziano ad arrivare.

Seppia di plastica a parte (ne parliamo fra poco), ottengo qualche “appoggio” ed un morso sulla egi di colore prevalente fuxia, dopo tante prove forse ci siamo ho beccato il colore!

Effettivamente questo colore, nonostante l’annata sia stata davvero scarsa per me, ha regalato qualche cattura.

Anche in questo caso ha dato due risultati, un appoggio, un morso ed alla fine, quasi alla fine, finalmente una cattura, niente di particolare, ma cappotto evitato!

La cattura, con la luna alta!

Finalmente dopo svariate prove arriva una bella appoggiata e non una seppia di plastica!

seppia ad eging
seppia ad eging

Con questa seppia catturata provando in svariati modi, anche un piombo per fare distanza, grazie al quale ho avuto il morso sulla egi, credo di aver capito che anche nella pesca ad eging, quando ci sono determinate condizioni convenga scendere con i grammi!

LEGGI ANCHE: EGING DA RIVA

Non solo, ho anche una conferma su un fattore per niente trascurabile, le condizioni di illuminazione. rispetto al sole alto ed al suo tramonto quel giorno le cose erano cambiate poco a livello di luminosità, infatti c’era un buona luna piena piena, chissà…

***ATTENZIONE***

Prima di catturare la seppia ho “catturato” una busta di plastica, una cosa davvero deprimente!

Nel video invito tutti quelli che lo guardano e quindi anche chi legge questo blog a fare una cosa molto semplice, prima di tutto non lasciare niente nell’ambiente, ma soprattutto, ogni volta che sarà possibile portare via e differenziare qualche rifiuto in plastica! La natura saprà ringraziarci.

In conclusione

Credo si sia capito ormai, dopo aver provato e riprovato, anche con un egi più leggero, sia maturata in me anche grazie a questa battuta di eging, che sia necessario dotarsi di attrezzi adeguati per pescare leggero.

Bene, vi do una notizia in anteprima in questo articolo, invitandovi ad iscrivervi alla newsletter, perchè anche per l’eging più avanti, ho intenzione di fare uno “startup” EGING STARTUP!

Visto il successo di spinning startup, credo che anche questa disciplina meriti la giusta attenzione, ma prima, dovrò affinare la tecnica, quindi non appena avrò terminato la seconda parte di spinning startup (nel frattempo date uno sguardo alla prima cliccando qui), inizierò a lavorare a questo nuovo progetto! vi lascio i link ai social ed il video, buona visione.

Attrezzatura utilizzata

Lampada UV Utilizzata nel video

EGI catturante

LEGGI ANCHE: EGI GLOW 2.0

LEGGI ANCHE: EGING DA RIVA

Non mi resta che lasciarvi come al solito i link ai miei social ed il video dove questo racconto lo potrete vivere con i vostri occhi, spero vi piaccia, se così fosse vi invito a mettere un like ed iscrivervi al canale YouTube ClipAnger, seguitemi su Facebook, instagram, twitter e pinterest, li aggiorno quotidianamente. Vi informo che ho anche aperto la sezione commenti, per gli articoli, quindi potrete dire la vostra anche qui, sotto questo articolo. Mentre per ricevere le notifiche su nuovi articoli, tutorial, report e progetti di questo blog, vi basterà iscrivervi alla newsletter!

“Alcuni link utilizzati sono link di affiliazione. Acquistando tramite i link potrei ricevere una commissione sulla vendita. Questo non influisce sul prezzo del prodotto che acquisti.”

Watch this video on YouTube.

Articoli correlati

0 0 vote
Vota questo articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Controlla anche
Close
Back to top button