Light spinning, SPINNING

light spinning – Treni e Trenini con l’attrezzatura leggera ed ultraleggera!


light spinning -- Treni e Trenini con l’attrezzatura leggera ed ultraleggera!

E’ da un po’ di tempo ormai che pratico lo spinning, posso dire ormai la mia tecnica preferita, in tante varianti, partendo dallo spinning pesante per finire all’ultralight (ancora però l’ultralight non fa completamente parte del mio bagaglio tecnico!!!), che sto praticando da poco, in questo articolo voglio affrontare alcune tematiche spinose riguardo lo spinning con attrezzature leggere, vediamo quali:

  1. perché usare attrezzi ed esche “leggere”?;
  2. Quando usare e fino a quanto spingersi?;
  3. Si prendono solo pesci piccoli?.

Tre domandine niente male, che mi sono fatto migliaia di volte mentre mi si accendeva la passione abbondantemente sotto l’oncia… partiamo dalla prima.

Perché usare attrezzi leggeri ed esche leggere? Che domande! Perché è la moda! No, nient’affatto, le attrezzature e le esche leggere per il light spinning e l’ultra light spinning hanno, secondo la mia esperienza, una funzione ben precisa, che è quella di rendere appetibile un pezzo di plastica a predatori “sgamati” ed in condizioni meteomarine non proprio da urlo. Faccio un esempio, abbiamo vento leggero acqua leggermente velata e poco moto ondoso, siamo inoltre in un orario non proprio adatto, che fare? lasciamo perdere? No! Prendiamo le nostre attrezzature da light se abbiamo la possibbilità ed andiamo a provare, questo è lo spirito con il quale inizialmente ho approcciato a questa particolare branca dello spinning.

Devo ammetterlo non è stato per niente facile partire, i dubbi erano tanti, la paura di incocciare il pesce fuori misura, o anche quelli a misura ma non avere la sicurezza di uno 0.40 con treccia da diverse Lb quando sai che potenzialmente ci potrebbe essere qualsiasi pesce di qualsiasi stazza ad attaccare l’esca (successo e vi linko il video), difficoltà nello scegliere gli attrezzi giusti senza spendere capitali, infine difficolta nell’approcciare ad una modalità di pesca totalmente differente da quella che avevo fatto fino a poco tempo prima.

Una cosa però mi è stata chiara da subito, bisognava insistere! Sentivo che quella tecnica i cappotti che ne conseguivano ed i piccoli successi nel tempo avrebbero ripagato lo sforzo di cambiare approccio e modalità di gestire gli artificiali, radicalmente, e così è stato!

Quindi in definitiva, perché utilizzare un impianto pescante leggero? Perché a mio avviso ci sono delle specifiche condizioni nelle quali sarà difficile convincere i predatori ad attaccare esche che sono la metà di loro, un esempio lampante e ben conosciuto è il caso delle mangianze, difficilmente i predatori presi dalla frenesia alimentare attaccheranno esche troppo differenti dal pesce foraggio che stanno a loro volta insidiando, quindi con un’esca simile e di colore simile saremo in grado di insidiare noi a loro, vi linko sotto un video del mio canale YouTube dove mi succede esattamente questo, e dove attaccavano solo queste esche.

ClipAngler - SAURI TONNETTO CERNIA! STRIKE IN DIRETTA E SLAMATE A MANETTA
Watch this video on YouTube.

Oltre al fattore “imitazione”, usando esche piccole ed impianti pescanti leggeri, il divertimento anche su piccole prede o di taglia media aumenterà a dismisura, ve lo assicuro, il gioco di polso e di frizione sarà epico!

Non solo più divertente e più sportivo, ma sicuramente più adescante e con la possibilità di avere dietro un corredo di esche a copertura totale, infatti la loro leggerezza e misura contenuta ci consentiranno di avere dietro un corredo completo e pronto ad ogni occasione, vi linko a questo proposito un video dove descrivo come preparo la mia borsa per il light spinning, ed il relativo post su questo blog

CLIPANGLER - VIDEO TUTORIAL LIGHT SPINNING ORGANIZZAZIONE BORSA ARTIFICIALI
Watch this video on YouTube.

Ed ora veniamo alla seconda domanda, Quando usare e fino a quanto spingersi? Direi che ci possiamo spingere fino a dove vogliamo! Con le dovute cautele, se siamo frequentatori di spot dove abitualmente sappiamo non esserci presenza di pesci di stazza superiore al medio predatore una pescata a light spinning la possiamo fare tranquilli senza troppi timori, cosa diversa è quando sappiamo che ci potrebbero essere, ma testardamente ci spingiamo ad osare e poi potrebbe succedere questo…

ClipAngler - leccia amia a spinning...ma...
Watch this video on YouTube.

Ecco questo è il classico caso, ma vi assicuro con questa attrezzatura mi è successo una sola volta (e basta!!!) nel quale ci pentiremo amaramente di aver scelto un approccio leggere, nel 99% dei casi invece saremo felici di farlo, perché facciamo pesci li dove sembra che gli altri artificiali magari jerckati energicamente e più robusti dei nostri vengano snobbati.

Quindi, il mio consiglio è spingersi anche in ultralight ma in spot dove il grosso per morfologia della costa o per nostra conoscenza non arriva, approcciare invece in light spinning la dove incontriamo piccoli e medi.

g-loomis NRX 882

Un classico esempio è la pescata in ultralight in pieno giorno a sole alto con alta pressione, magari nei mesi estivi, difficilmente incroceremo predatori troppo grossi, oppure, a light spinning in spot dove sappiamo che il fondale e la presenza di determinati tipi di predatori ci costringerebbe a dare troppo filo in ultralight.

Veniamo alla domanda finale, si prendono solo pesci piccoli? Come avete visto dai video sopra, potrei benissimo dire, anche! Si perché questa tecnica va a coprire a mio avviso un enorme buco, ossia quello che si crea fra la migliore condizione meteomarina per praticare uno spinning mirato al predatore serio, e la mancanza di condizioni ideali per praticarlo del tutto, ci permette in poche parole di pescare a spinning quando non ci sono quelle condizioni ideali per provare dal predatore medio a salire con attrezzi da spinning potenti ed esche più voluminose, potremmo anche farlo, ma ne vale veramente la pena prendere un piccolo predatore con una canna potente ed un 5000…magari SW? Secondo me no!

piccola cernia ingannata in ultralight con una gomma, canna alcedo calipso ULJ

Concludo invitandovi a non demordere se i risultati non arrivano, serve molta pazienza e molta preparazione, capire gli spot e quali sono i momenti e le strategie migliori per praticare questa particolare branca dello spinning, ma quando inizieremo a capire come farlo e dove farlo, le soddisfazioni saranno enormi.

Nella foto sopra una spigola di taglia media ingannata dal black minnow 90 color kaki, se non lo trovi in negozio lo puoi ordinare cliccando su questo link

un bell’esemplare di barracuda con attrezzi light canna g-loomis NRX 882 Mulo shimano twinpower c3000

Iniziate a documentandovi sui forum, sui canali YouTube, magari guardando la mia playlist dedicata, o quelle di qualche utente spinner più capace di me, prendendo spunto da quanto si vede e si descrive nei video e nei forum potrete capire come impostare la pescata ed essere sempre al TOP sia come attrezzi che come preparazione, scegliendo gli spot giusti, che vi ricordo, non sono quelli dove il giorno prima si sono presi i pesci, perché magari il giorno dopo non ci sono, ma sono quelli dove in quel determinato giorno a quelle condizioni funzionano meglio degli altri. Bene sperando di avervi dato qualche nozione utile vi lascio il link alla mia playlist con tutti i video dedicati al light spinning ed all’ultra light spinning, se avete domande potete benissimo scrivere commenti qui sotto oppure cliccare sui link alle mie pagine social ed interagire per consigli e domande, nel prossimo post tenteremo di capire quali attrezzi e come bilanciarli per pescare con soddisfazione, alla prossima!

provati per voi!
provati per voi!
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,




Dimmi cosa ne pensi, lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ARTICOLI CORRELATI

0Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: