fbpx

Freshwater, Light spinning

SHIMANO ZODIAS 2020 CLOSE-UP


zodias 2020 in piega

come promesso, dopo averci pescato un pò e dopo averla frustata a dovere, ecco il close-up della mia nuova shimano zodias 2020! Spero di soddisfare chi legge, per me è il primo articolo di questo genere, bene, andiamo a vedere che impressioni mi ha fatto questa canna da light spinning!

Ho acquistato la nuova shimano zodias, targata 2020, perchè già sono felice possessore di una precedente versione, più piccola come range di lancio la 3-10 grammi, che già tante soddisfazioni mi ha dato, per provarne le migliorie tecniche e tecnologiche, andiamo a vederle!

A prima vista potrebbe sembrare molto simile alla precedente versione, ma non è così! Se la si guarda più attentamente si noterà che a differenza della precedente la 2020 ha un manico molto diverso e gran parte delle novità risiedono proprio in questo manico, ma prima vediamo il fusto.

Fusto, shimano zodias 2020

Il fusto della zodias è costruito con la tecnologia Shimano Hi-Power X, questa particolare tecnologia permette di ridurre al mino le torsioni della canna, restituendo grande forza elastica e quindi distanza di lancio anche con esche dal peso esiguo… almeno così dicono! Vediamo se è vero!

Ebbene si, è vero. Nonostante la prima battuta di pesca in mare sia stata affrontata con esche davvero leggere, per testarne questa dote il risultato che mi aspettavo e che dichiara la casa è rispondente al vero, anche con esche piccole, grazie alla qualità costruttiva si ottengono bei lanci.

Questo naturalmente è dato anche dalla costruzione armonica di tutta la canna, che non dimentichiamo nel mio caso è la due pezzi, da 4-12 grammi siglata 268ML-2.

zodias 2020 268-ML s pezzi
particolare del fusto della zodias 2020

Vetta shimano zodias 2020

La vetta della zodias, non è per niente morbida come ci si aspetterebbe a vederla senza pescarci, per capirlo bisogna provarla, ecco perchè scrivo queste 4 righe, l’ho provata!

Non abbiamo sicuramente la possibilita di caricarla con pesi eccessivi, ma nemmeno la disturbiamo più di tanto se invece di stare nel suo range proviamo a caricarla con esche ben superiori alla portata dichiarata di 12 grammi, senza esagerare, mi sono spinto anche a lanciare 28 grammi di jig… certo ho appoggiato

La risposta della vetta e del fusto che abbiamo visto prima è stata nonostante il carico eccellente, non ha per niente dato la sensazione di fare CRACK, anzi, ho continuato a lanciare, senza esagerare, con jig da 20 22 grammi, quasi frustando… niente da fare… tutto ok, lancia e lancia lontano senza fracassarsi, stress test della cima superato.

cimino della zodias 2020

Manico shimano zodias 2020

E qui si entra nel vivo delle novità! Il manico è molto innovativo, ancora, almeno io, così non ne avevo visti e provati. Si tratta del nuovo manico “Carbon Monocoque Grip” interamente in carbonio e con una “cassa di risonanza” nella parte finale che promette di aumentarne in maniera esponenziale la sensibilità, sarà vero? vediamo!

il manico in carbonio monoscocca

Ho provato tanti tipi di esca, nella semplice gestione non ho notato molte differenze rispetto alla versione precedente, che già era molto sensibile, mi stavo quasi per ricredere sulla “spettacolare sensibilità” Ma ancora non avevo raspato per bene il fondo!

Ebbene, quando sondiamo con testine piombate, apposite magari, il fondo dove stiamo pescando, la differenza fra una asperità di quest’ultimo ed una timida abboccata si sentono e come, si sentono davvero bene! Chi ha già esperienza con attrezzi simili non potrà non farci caso.

Oltre a questo l’impugnatura di questa canna è dotata del mitico porta mulinello in Ci4 della shimano, bello da vedere e leggero, che ne richiama perfettamente lo stile e la cosmetica in generale.

La vite del porta mulinello ha un disegno molto particolare, lo vedete nella foto sotto, si trova nella parte superiore del porta mulinello.

Anellatura zodias 2020 in due pezzi

Gli anelli della zodias 2020, questo modello ne monta 8 in totale 2 nella parte inferiore e 6 nella parte superiore, sono Fuji serie K con anelli in Alconite e puntale in SiC, garantiscono uno scorrimento ottimale, anche con trecciati non proprio “setosi”

Le due parti della zodias si connettono con un ottimo sistema conico che tiene ben salde le due parti, pescandoci sembrerà di avere una monopezzo, unico limite sulle pieghe estreme, per il momento provate solo con incaglio… la tensione non viene trasmessa in maniera molto uniforme, ma è sempre una due pezzi!

anello zodias 2020
innesto parte superiore zodias 2020

Come si comporta a pesca?

Per fare un buon articolo ho aspettato di provare la canna per bene ed in diverse situazioni, diversi spot, condizioni nonché esche e tipologie di pesche ed approcci. Ed ancora non ho finito!

Insomma l’ho usata! Sono partito da un utilizzo con esche molto leggere, quasi da ultra light, vi linko il video fra poco, per poi passare ad un utilizzo di piccoli jerk passando per jerk più lunghi e pesanti, finendo con una battuta in acque interne dedicata al persico reale.

Ogni battuta ha visto la zodias 2020 protagonista, sono riuscito a pescarci in condizioni e spot molto differenti con esche molto variegate. Per capire bene il comportamento a pesca ho deciso di fare delle battute mirate, partiamo dalla prima.

zodias 2020 in piega
prossimamente altre belle pieghe!

La zodias 2020 con esche leggere

Vi ricordo che stiamo parlando del modello con range di lancio da 4 a 12 grammi, che in mare sono esche abbastanza leggere, la prima battuta decido di dedicarla alla fascia di esche più leggere, da 5 a 7 grammi.

Come vedrete dal video che vi linko alla fine di questo paragrafo, riuscirò a fare dei lanci abbastanza lunghi, ma pescando con queste esche non è la distanza che cerchiamo, ma cercheremo di sondare i primi metri davanti a noi, operazione che riesce molto bene.

zodias 2020 con piccola cernia catturata con black minnow 70 mm

La zodias fa il suo lavoro, anche se con esche poco resistenti alla corrente durante il nuoto di gommine e piccolissimi jerk si riesce ad ottenere controllo, a mio giudizio se stiamo leggermente sopra i 6 grammi la canna è abbastanza reattiva e risponde bene alle sollecitazioni, insomma, ci fa sentire quello che fa l’esca.

TROVATE IL SATANASSO! - Light spinning con la nuova ZODIAS BY SHIMANO! Prima uscita - clipangler
Watch this video on YouTube.
il primo video con la mia nuova canna (la prima battuta!), la #shimano #zodias2020 da 4-12 grammi, che non sostituisce, ma completa, le mie canne per lo spinning leggero, ho già la versione precedente della zodias da 3-10 grammi. Con questa ci spingiamo un po più su in quanto a grammatura, reattività ed utilizzi, rimanendo sempre nell’ambito del light spinning. In questo video vista la calma del mare e la giornata di sole, ho scelto di provarla con le grammature minori del suo range, e si comporta bene, prossimamente la vedremo in azioni e contesti leggermente più impegnativi, il classico articolo sul blog uscirà con il secondo video dedicato a questa canna! Buona visione ed alla prossima.

Battuta con esche hard bait, top water e jerk

Volevo capire se la vetta della canna sarebbe stata abbastanza reattiva da poter controllare esche hard bait e jerk leggermente più “pesanti” dei grammi dichiarati.

Mi sono quindi dedicato alla ricerca di prede adeguate, qualcosa già l’avevo catturata in precedenza, ci riprovo e fortunatamente ottengo risposte, la zodias con jerk dai 7 centimetri in su fino a… udite udite un 140, ma leggero, ha fatto il suo lavoro egregiamente, anche con mare poco formato.

Oltre ai jerk ho provato l’utilizzo di piccoli WTD e POPPER ed anche in questo caso non ha deluso, addirittura tirando fuori da una piccola foce un serrotto arrogante!

Le esche utilizzate sono state svariate, i jerk della rapala maxrap da 110, dei tide da 120 mm, un jerk da 140 della hunthouse (che vedete in foto con un barracuda), le top water il proc 90, l’S-popper della molix (che ha catturato il serra in foto e tanti altri jerk dai 7 ai 120 mm in particolare.

barracuda con zodias 2020 su jerk da 140 mm hunthouse
serra con zodias 2020 su mini popper s-popper molix
SERRA in TOP-WATER e BARRACUDA con JERK - light spinning con la nuova zodias - clipangler
Watch this video on YouTube.
continuano le prove della mia nuova #zodias2020, questa volta la vedremo impegnata con le hard bait, quasi tutte del suo range ma anche leggermente più pesanti, in particolare ne uso una che vedremo nel prossimo video provati per voi. Mi sono spinto ad utilizzare jerk da 140 millimetri, che se non hanno peso elevato e paletta non troppo impegnativa a mare calmo o in leggera scaduta si manovrano benissimo. I lanci sono belli lunghi ed i pesci sembrano apprezzare in questo periodo l’utilizzo di esche più piccole e meno invasive, ad esempio il piccolissimo popper con il quale ho catturato il serra. Anche per questo video l’articolo dedicata sarà pronto non appena riterrò esaustive le prove con la zodias, per fare un bell’articolo riassuntivo con i video che sto caricando e che faranno da cornice all’articolo in stile close-up sulla canna. Mi servono altre battute per verificare delle cose, fra le quali una già fatta in topwater che vedrete presto qui sul canale e poi pubblicherò il mio pensiero su questo attrezzo, alla prossima!
BARRACUDA ed ALUZZI tutti a JERK con la zodias 2020 TUTTO C&R - clipangler
Watch this video on YouTube.
#clipangler – terza uscita con la #zodias2020, in questo video mi sono dedicato quasi esclusivamente all’utilizzo di esche palettate, jerk e piccoli #longjerk, dai 50 ai 120 millimetri, per vedere il comportamento della canna. ho avuto diverse occasioni e condizioni per testarla a dovere in soli due giorni di pesca. Niente male, anzi, benissimo! Sui jerk finalmente mi trovo bene, non troppo rigida e non troppo floscia, li gestisco, li sento, li lancio. Anche con mare leggermente mosso nessun problema! Naturalmente ci manca la prova in acqua dolce, ma già vi annuncio che è in preparazione il video per il prossimo martedì con belle prede ed una novità! Rimanete sintonizzati, dopo il video in freshwater faccio un bell’articolo sul blog con il close-up completo della canna!

In freshwater, zodias 2020

L’ultima prova di questo close-up l’ho fatta in acqua dolce, che dovrebbe essere l’ambiente naturale di questa canna, ed effettivamente lo è!

In una battuta dedicata ai persici reali ho avuto modo di apprezzarla su prede non troppo impegnative, come nel caso di quelle marine, quindi con la sicurezza di non incannare qualche mostro (che poteva succedere e spero succeda sia in mare che in lago).

La battuta è stata affrontata principalmente con esche morbide, gomme di tutti i tipi, come vedrete dal video, black minnow da 70 e da 90 mm, gomma storm 360 gt da ben 19 grammi, black eel della fiiish e tante altre.

Sono andato a segno 4 volte con le gomme sui persici reali, la canna li ha gestiti perfettamente, dall’allamata e per tutto il recupero. Ho avuto la netta sensazione che si allamassero quasi da soli e forse… è così, vista la mia atavica avversità alla ferrata.

I primi due persici di questa battuta in freshwater li ho catturati con una gomma da ben 19 grammi, nessun problema a lanciarla anche frustando e nemmeno il controllo è risultato difficile, la vetta non si “affossa” ma rimane reattiva anche con buone profondità di nuoto dell’esca.

persico reale su zodias 2020 con gomma su jighead da 10 grammi

Insomma anche in acqua dolce non ha affatto deluso, credo sia la canna adatta per le esche che uso e che spero di utilizzare in futuro anche su altre specie dulci-acquicole, tipo trota, cavedano e chissà… bass!

In conclusione

In molti potrebbero pensare, hai speso i soldi, non puoi che parlarne bene… ed hanno torto. Alcune cose non mi hanno convinto, ad esempio l’ottimo manico, per via della sua nudità, completamente in carbonio, nella parte liscia e lucida subisce l’azione usurante in maniera abbastanza veloce, bisogna starci attenti o lo ritroveremo abbastanza graffiato.

Per il resto è una canna molto piacevole, l’impugnatura non crea disturbo, ti fa pescare bene per ore, senza stancare. Non solo il piacere di utilizzarla con un buon range di esche ne permette un utilizzo abbastanza all-round nella fascia ad essa dedicata, il medio leggero.

L’utilizzo consigliato è quello con esche che vanno dai 7 mm fino ai 120 millimetro nel caso dei jerk, non troppo palettati e pesanti, max 15 grammi, la canna con queste esche risponde bene e non soffre nella jerkata, anche con mare leggermente mosso e corrente non troppo forte.

Con i jig possiamo spingerci fino a pesi superiori, ma entro i 18 grammi se non vogliamo sforzarla troppo, il recupero con jig abbastanza idrodinamici permette una buona jiggata ed un ottimo twiching, il suo range ottimale con i jig è dai 5 ai 14 grammi max 15.

Le gomme sono il suo pane quotidiano, i black minnow da 90 sembrano studiati per essere utilizzati con questa canna, con testine offshore da 10 grammi abbiamo in mano un’arma micidiale sulle piccole e medie prede.

In definitiva, possiamo spingerci anche al di la del range dichiarato entro certi limiti che ho descritto prima, ma se peschiamo con artificiali ad essa dedicati e nel suo range si trova un equilibrio eccezionale e si scoprono nuovi utilizzi con esche che magari prima utilizzavamo poco (ad esempio popperini e piccoli wtd una goduria)

La combo che consiglio con questa canna è un buon 3000 taglia shimano, ci sta una bellezza. Il bilancimanto è ottimale, consiglio di caricare una bona treccia dello 0.10, max dello 0,12, oltre sentiremo troppo fruscio (ed io ne ho sentito molto utilizzando un0 0,13).

Bene, il close-up finisce qui, fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti, è il mio primo articolo dedicato ad una canna, fatemi qualche domanda e ditemi cosa manca e cosa vorreste sapere oltre a quanto ho descritto!

Caratteristiche tecniche zodias 2020 – 4-12 grammi

  • MODELLO: 268ML-2
  • LUNGHEZZA: 6’8″ – 2.04 METRI
  • PESO: 97 GRAMMI
  • ELEMENTI: 2
  • ANELLI: 8
  • POTENZA: 4-12 GRAMMI

La zodias viene prodotta in più modelli, li trovate sul sito del produttore a questo link

“Alcuni link utilizzati sono link di affiliazione. Acquistando tramite i link potrei ricevere una commissione sulla vendita. Questo non influisce sul prezzo del prodotto che acquisti.”

Non mi resta che lasciarvi come al solito i link ai miei social ed il video dove questo racconto lo potrete vivere con i vostri occhi, spero vi piaccia, se così fosse vi invito a mettere un like ed iscrivervi al canale YouTube ClipAnger, seguitemi su Facebook, instagram, twitter e pinterest, li aggiorno quotidianamente. Vi informo che ho anche aperto la sezione commenti, per gli articoli, quindi potrete dire la vostra anche qui, sotto questo articolo.

Watch this video on YouTube.
0Shares
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,




0Shares
0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: