fbpx
Artificiali artigianaliPROVATI PER VOI

SPINNING al BARRACUDA con JERK artigianale ARROW 120

Un bel MIX, come spesso accade su questo blog, la prova di un artificiale diventa l’occasione per un bel report di una battuta a spinning, vediamo com’è andata, ma soprattutto come va questo artificiale!

Ultimamente mi sto dedicando all’utilizzo di esche artificiali artigianali, con più frequenza del passato, questo anche grazie agli stessi produttori che mi chiedono di provarle in mare.

Non posso che ringraziarli, ed il mio modo di farlo è quello che mi viene più naturale, parlare delle loro creazioni, ma non a babbo morto, ma solo dopo averle utilizzate e magari dopo aver ottenuto dei risultati.

JERK artigianale ARROW 120 by River Queen

La bellezza delle esche artigianali è che parlando con i produttori, puoi sceglierti colori particolari, sempre delle loro linee, ma che creeranno proprio perché glielo hai chiesto tu, fantastico!

Questo piccolo jerk, dalle linee molto sottili, piccolo e leggero, mi serviva proprio per le tecniche sto praticando più assiduamente o che almeno cerco di praticare.

Con quali attrezzi e tecniche

L’arrow 120 è della misura e del peso perfetto per l’utilizzo con attrezzatura leggera, tipo la mia zodias 202, le prime battute e prove le ho fatte con questa canna, ed è perfetto per essere gestito e lanciato con la zodias.

Leggi anche: SHIMANO ZODIAS 2020 CLOSE-UP

Il colore

Il colore è la cosa che mi ha “catturato di più” appena l’ho tolto dalla scatola, la sua livrea dalle linee irregolari e naturali, con riflessi sul viola/fucsia (proprio come “u naccariell” che tradotto dal mio dialetto è lo sgombro), mi ha fatto subito capire che l’utilizzo con acqua anche chiara non sarebbe stato un problema.

arrow 120 particolare della colorazione e della livrea
arrow 120 particolare della colorazione e della livrea

Le armature

Armato con due ancorette davvero potenti e resistenti (non sò se sia sempre armato così) mi ha dato immediatamente una sensazione di sicurezza, ed effettivamente questa sicurezza si è tramutata in allamate e catture, ma lo vedremo fra poco.

arrow 120 particolare delle ancorette e del disegno laterale
arrow 120 particolare delle ancorette e del disegno laterale

Lanciabilità e nuoto

Il peso dell’artificiale non è elevato, siamo a 10 grammi, i lanci non sono eccezionali, ma questo modello è studiato per la pesca in fiume… sono io che invaghito lo volevo provare in mare.

Nonostante la leggerezza, la sua linea filante permette comunque di raggiungere le strike zone, almeno negli spot che frequento.

Per quanto riguarda il nuoto non posso mostrarvi un video al momento (ma presto lo farò) Vi posso dire che nuota stretto ed appena sotto il pelo della superficie, in canna si sente parecchio sul recupero lineare.

Un particolare da segnalare per questo artificiale, che va ad incidere notevolmente sul nuoto, è la paletta, sia per la forma, ma specialmente per il materiale.

La forma è abbastanza larga e molto sottile, permettendo ottime vibrazioni, il materiale con il quale è costruita è flessibile, questa caratteristica la rende molto resistente ai colpi sugli ostacoli durante il recupero, ottimo!

arrow 120 by River Queen, particolare della paletta

Il recupero

Consiglio, per questo artificiale, un recupero non troppo animato, con jerkate lente e non troppo vigorose, il resto lo farà lui.

La prova in mare

Nella prima prova non ho avuto catture, ma questa cosa è più che normale, mentre nella seconda prova ho avuto almeno tre strike ed altrettante tocche.

L’arrow 120 utilizzato nella prima battuta con la zodias, che si carica meglio essendo più docile in punta, si lanciava molto meglio che con la NRX 843 della seconda prova.

Nonostante questo la seconda prova, per esigenze tecniche, è stata fatta con la NRX, canna fast, che purtroppo non si carica a dovere con questo artificiale, ma che comunque lo lancia abbastanza distante da arrivare a tiro di barra!

Infatti è bastata un’alba dove i barra erano presenti ed in buon numero per ottenere numerosi strike, ed arrivare alla cattura di un bell’esemplare (per le mie zone, lo so che sono più grossi!).

barracuda mediterraneo catturato con arrow 120 by River Queen
barracuda mediterraneo catturato con arrow 120 by River Queen

Lo spot o gli spot

Gli spot dove ho utilizzato l’arrow 120 sono spot che non hanno subito grandi profondità, questo artificiale si adatta immediatamente a questa condizione, restando nei pressi della superficie.

Le condizioni meteo

Vista la leggerezza dell’artificiale, l’utilizzo che ne ho fatto è stato in condizioni di mare in scaduta o semi piatto ed in assenza di vento, non ho fatto la prova in corrente, cosa che farò presto.

In conclusione

Mi sto davvero “scialando” a provare artificiali artigianali, nati dalle sapienti mani di Artigiani che oltre ad essere bravi costruttori sono anche bravi pescatori, ma che nonostante questo, si fidano anche di me, assurdo!

Come al solito ringrazio il creatore di questa esca, River Queen, che con estrema pazienza sta anche ascoltando le mie elucubrazioni su nuoto e misure che mi vengono in testa, ed il bello è che mi sta ad ascoltare!

Naturalmente il tono utilizzato nell’articolo, parlando dei costruttori, è a volte scherzoso, ma non cè niente da scherzare, perché i nostri costruttori artigianali, sono bravi ed appassionati ed è per me un onore provare le loro esche, che a volte nascono per un utilizzo in acque dolci, ma che io volentieri converto in esche da acqua salata!

Attrezzature utilizzate per la prova e la battuta di spinning al barracuda

Light Spinning

Spinning medio inshore (attrezzatura del video)

“Alcuni link utilizzati sono link di affiliazione. Acquistando tramite i link potrei ricevere una commissione sulla vendita. Questo non influisce sul prezzo del prodotto che acquisti.”

Caratteristiche tecniche jerk ARROW 120

  • COSTRUTTORE: RIVER QUEEN (LINK PAGINA FACEBOOK)
  • TIPOLOGIA: JERK
  • LUNGHEZZA: 120mm
  • PESO: 10g
  • COLORE: NATURALE SGOMBRO
  • ARMATURE: DUE ANCORETTE N°6
  • PALETTA: TRASPARENTE E FLESSIBILE

Prede

  • BARRACUDA: Sphyraena viridensis, conosciuto comunemente come barracuda boccagialla o come barracuda mediterraneo, è una specie di pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia Sphyraenidae (FONTE WIKIPEDIA)

Non mi resta che lasciarvi come al solito i link ai miei social ed il video dove questo racconto lo potrete vivere con i vostri occhi, spero vi piaccia, se così fosse vi invito a mettere un like ed iscrivervi al canale YouTube ClipAnger, seguitemi su Facebook, instagram, twitter e pinterest, li aggiorno quotidianamente. Vi informo che ho anche aperto la sezione commenti, per gli articoli, quindi potrete dire la vostra anche qui, sotto questo articolo. Mentre per ricevere le notifiche su nuovi articoli, tutorial, report e progetti di questo blog, vi basterà iscrivervi alla newsletter!

Watch this video on YouTube.

Articoli correlati

5 2 votes
Vota questo articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Controlla anche
Close
Back to top button