fbpx
KAYAK FISHING

SABIKANDO in kayak fishing – sulle mangianze con il SABIKI strike infiniti!

Una delle prime esperienze di pesca dal kayak, sicuramente la prima con tante catture, un video che è piaciuto molto, mancava l’articolo del blog per darvi link ed indicazioni che non trovate nel video, eccolo!

Chi ha già visto il video ha apprezzato molto una cosa, che ci tenevo a trasmettere, la poca esperienza, anzi l’assenza totale di esperienza in questa tecnica che quindi descrivo con la semplicità che ne consegue, senza (quasi senza) nessun particolare tecnicismo.

Questa mancanza di esperienza mi permette di trasmettere a tutti la sensazione reale che sto assaporando nell’andare a pesca con il kayak, sensazione stupenda senza mezzi termini, ma con molte difficoltà e miglioramenti da apportare, che man mano cercherò di mettere in atto, dandovene poi riscontro qui sul blog e nei video relativi del canale YouTube.

Tanto divertimento, ma tante domande!

Una cosa della quale non ho parlato molto nel primo articolo dedicato al kayak fishing, se non lo avete letto lo trovate cliccando qui, è sicuramente relativa alla centinaia se non migliaia di domande che, credo chiunque, si faccia prima di avviarsi in questa tecnica, affascinante particolare e molto, molto divertente!

Molti di voi che stanno leggendo questo articolo, se lo hanno già fatto sono al passaggio successivo, ma se ancora come immagino, non hanno acquistato il kayak, si staranno facendo le stesse domande che più o meno mi sono fatto io, ad esempio e solo per citarne alcune:

  • Il kayak è sicuro?
  • Come trasporto un kayak?
  • Quale modello mi conviene prendere?
  • Quanto deve essere grande?
  • E’ stabile?

Etc. etc. etc… Bene non c’è una risposta a tutto, ma per darvi una mano vi dico subito, il kayak è sicuro! Come ogni mezzo che serve al trasporto ha delle regole di sicurezza, che vanno osservate, ad esempio alcune attrezzature indispensabili ed anche obbligatorie alla sicurezza le dovrete mettere in conto insieme all’acquisto del kayak una su tutte il giubbotto di salvataggio!

gilet salvataggio kayak
gilet salvataggio kayak

Il kayak lo trasportate con la vostra macchina, vi basterà installare il portapacchi sopra il tettuccio ed aggiungere delle protezioni per quando si carica il kayak, vi metterò dei link per aiutarvi nella scelta.

GUARDA IL VIDEO DI COME CARICO IL KAYAK IN MACCHINA

Come caricare il KAYAK sul tetto della macchina - metodo semplice e veloce.
Watch this video on YouTube.

Mi raccomando, acquistate un buon carrellino per il trasporto macchina spiaggia, e viceversa, quello è essenziale, deve essere il miglior modello possibile, io ho scelto un modello che non andava benissimo, sono riuscito a metterlo in sesto, ma credo che ne prenderò uno migliore, naturalmente vi consiglierò il migliore, sapendo che quello acquistato non lo è!

Il modello del kayak è una scelta molto personale, ma vi do qualche info su cosa non dovrebbe mancare a mio avviso, di sicuro per la pesca consiglio un kayak a pedali come prima cosa.

la lunghezza almeno 3,60 metri, vi ricordo per la larghezza che più è largo e più è stabile, più è stretto e più è veloce quindi meno stabile, secondo me un mix fra le due cose può andare bene, il più leggero possibile per il trasporto e la velocità in acqua, altro parametro da non sottovalutare è il vostro fisico, scegliete anche in base a questo parametro, ad esempio, io sono abbastanza piccoletto, se decidessi di prendere un kayak troppo grosso e pesante, aumenterebbero le difficoltà nel trasporto in maniera esponenziale!

Si è stabile, parlo naturalmente del mio modello, ma più o meno con le caratteristiche dette sopra, i kayak sono stabili, permettendo di pescare in condizioni normali con molta tranquillità!

Non si esaurisce qui la mole di domande che mi sono fatto e che scommetto vi state facendo, ma non vado oltre, anche perché questo argomento andrà affrontato con molto più spazio ed apposite soluzioni, per il momento vi dico, rompete gli indugi e compratevi il kayak se ne avete la possibilità, vi cambia la vita (parlando di pesca… e non solo!)

La battuta con i sabiki

La decisione di pescare con il sabiki dal kayak viene presa con largo anticipo, anche perché ho avuto delle dritte su dove praticare questa tecnica con successo, che alcuni definiscono minore (non la penso assolutamente così), indicandomi un punto e che mi ha regalato le prime emozioni con catture multiple!

L’emozione di “beccare i pesci” dal kayak è stata pari solo alla mia prima uscita in solitaria più distante da riva, ma in totale sicurezza, confermata anche da una visita delle forze dell’ordine che non hanno avuto nulla da rilevare (ero entro il miglio dalla costa ed avevo le dotazioni di sicurezza descritte brevemente prima).

Per pescare in maniera corretta con i sabiki credo servano attrezzature dedicate, anzi ne sono sicuro, vi dico già da adesso che ho provato con altre attrezzature rispetto a quelle che vi dirò fra poco, ma questo lo troverete nel prossimo articolo! Non avendo attrezzi specifici quindi, mi sono regolato più o meno con i pesi che avrei utilizzato e le profondità affrontate e per il momento va bene così.

Il sabiki che ho utilizzato è della YMASHITA precisamente quello che trovate a questo link YAMASHITA PRO SABIKI 6G AKH600, non avendo attrezzature specifiche da utilizzare per questa tecnica ho “addobbato” una mia canna da spinning, precisamente la labrax edge della seaspin e come mulo lo shimano stella 5000 SW tutto abbastanza potente e proporzionato.

Come ho trovato le mangianze?

Ci sono due modi per trovare i banchi di pesce da insidiare a sabiki, anzi tre, ma ne considero due al momento.

Il primo consiste nel vedere le mangianze a vista, pedalere fino a quel punto e calare, provando varie profondità.

Il secondo, il migliore se ne avete la possibilità, consiste nell’utilizzo dell’ecoscandaglio, aggeggio micidiale che se utilizzato bene ti fa andare quasi a colpo sicuro, si consiglia di utilizzare con parsimonia e con attenzione!

Va bene vi dico anche il terzo, individuata la mangianza a vista, dirigersi e batterla con l’eco per capire a che profondità calare, una vera e propria goduria, il terzo occhio secondo me, sotto il nostro kayak abbiamo un terzo occhio grazie all’ecoscandaglio, se impariamo ad utilizzarlo bene ci darà enormi soddisfazioni! Mi raccomando Utilizziamolo con responsabilità, è un attrezzo micidiale. Ribadisco.

La tecnica da utilizzare

Si ok, basta calare e via… No! Non è esattamente così, a volte non basta o meglio si ottengono risultati sicuramente migliori calando e facendo una cosa che ho imparato benissimo pescando da riva, bisogna far “danzare” il sabiki.

Una specie di twitching, ed è proprio grazie a questo movimento che funziona alla grande, che mi sono convinto che per praticare con enorme soddisfazione questa pesca si possano utilizzare con successo attrezzature per la pesca in verticale leggera, attrezzate con il sabiki, ed ho provato, lo vedrete con i vostri occhi!

Le prede insidiate

La partenza è stata a “sauri” o meglio sugarelli, ma poi si sono aggiunte le alacce ed anche le boghe, ottimo! Una varietà di catture davvero eccezionale e che sinceramente non mi aspettavo.

sugarello dal kayak con sabiki
sugarello dal kayak con sabiki

Non ho naturalmente fatto la foto ad ogni pesce catturato, sarebbe inutile, ma pescando con il sabiki dal kayak ho capito una cosa, posso insidiare in quegli spot i pesci da ultra light spinning divertendomi all’ennesima potenza! E lo farò! Statene certi!

In conclusione

Anche se considerata una tecnica “minore” utile solo a reperire il vivo per la traina, cosa che naturalmente farò e che dovevo imparare, la tecnica di pesca con il sabiki per chi deve imparare a pescare dal kayak è secondo me una palestra eccezionale!

L’ostacolo più grosso per chi inizia a praticare una nuova disciplina, come il kayak fishing, è a mio avviso la difficoltà iniziale ad ottenere catture, cosa che come chi inizia a spinning da riva può generare insoddisfazione e tendenzialmente far abbandonare prima di iniziare davvero.

Pescando a sabiki o comunque con tecniche leggere a predatori piccoli e piccolissimi, vi darà subito tante risposte, a me è piaciuto tanto, vedrete infatti altre puntate su questo argomento con delle varianti importanti e che in qualche modo vi ho anticipato, sia utilizzando diverse tipologie di sabiki, sia utilizzando diverse attrezzature.

Non perdetevi i prossimi articoli sul kayak fishing, siamo solo all’inizio, se ne setite il bisogno fate delle domande, io o la community potranno darvi le risposte che vi servono, non dimenticate di condividere l’articolo se vi è piaciuto e mettere un like sarebbe cosa gradita, alla prossima!

Non mi resta che lasciarvi come al solito i link ai miei social ed il video dove questo racconto lo potrete vivere con i vostri occhi, spero vi piaccia, se così fosse vi invito a mettere un like ed iscrivervi al canale YouTube ClipAnger, seguitemi su Facebook, instagram, twitter e pinterest, li aggiorno quotidianamente. Vi informo che ho anche aperto la sezione commenti, per gli articoli, quindi potrete dire la vostra anche qui, sotto questo articolo. Mentre per ricevere le notifiche su nuovi articoli, tutorial, report e progetti di questo blog, vi basterà iscrivervi alla newsletter!

Attrezzature utilizzate, esche e catture.

“Alcuni link utilizzati sono link di affiliazione. Acquistando tramite i link potrei ricevere una commissione sulla vendita. Questo non influisce sul prezzo del prodotto che acquisti.”

SABIKANDO in kayak fishing - sulle mangianze con il SABIKI strike infiniti! - clipangler
Watch this video on YouTube.

Back to top button